Il network Corepla

Chi ha la disponibilità di un impianto per il recupero di rifiuti in plastica, come può interagire con COREPLA?

COREPLA si occupa principalmente di imballaggi in plastica post-consumo provenienti dalla raccolta differenziata urbana. In questo ambito, chi dispone di un impianto autorizzato può:

  • candidarsi a svolgere per conto del Consorzio l’attività di selezione per polimero/colore come Centro di Selezione (CSS), in base ad un contratto-tipo (Parte generaleAllegato tecnico e relativi allegati, visionabili alla pagina Documentazione) e ad eventuali addendum contrattuali per prodotti sperimentali.
  • fungere da piattaforma di conferimento e di pressatura (con o senza pre-pulizia e/o selezione della raccolta “multimateriale”) della raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggi in plastica in qualità di “Centro Comprensoriale” (CC), stipulando contratti con Comuni e/o altri soggetti convenzionati con COREPLA in base all’Accordo-Quadro ANCI-CONAI (questa attività non prevede alcun rapporto contrattuale con COREPLA).

E al di fuori della raccolta differenziata urbana?

COREPLA collabora con impianti anche per l’avvio a recupero di imballaggi in plastica provenienti dalle attività produttive che non transitano dal servizio pubblico di raccolta differenziata. Per queste tipologie di impianti, si consulti la sezione “Piattaforme Commercio&Industria”. Per le attività di riciclo e l’acquisizione di “Prodotti COREPLA” si consultino invece le sezioni “Prodotti” e “Aste”.

Cosa bisogna fare per candidarsi a diventare CSS?

Per candidarsi a diventare CSS colui che ha disponibilità dell’impianto deve presentare a COREPLA domanda in base alle tempistiche e alla procedura di cui al fac-simile allegato a sottoporsi ad un audit di accreditamento teso ad accertare il possesso dei requisiti tecnici e autorizzativi minimi previsti dall’Allegato 12 al Contratto-tipo. I costi dell’audit di accreditamento sono a carico del richiedente. Se l’iter di accreditamento ha esito positivo, nei tempi stabiliti dallo stesso il richiedente può ottenere da COREPLA la stipula del contratto, che non prevede in alcun caso il diritto di ricevere quantitativi minimi prestabiliti di materiale (raccolta differenziata di rifiuti di imballaggi in plastica) da sottoporre a selezione.

In cosa consiste il lavoro di un CSS?

Un CSS deve effettuare per conto di COREPLA, in un impianto idoneo, la selezione per polimero/colore della raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggi in plastica provenienti dalla raccolta differenziata urbana, ottenendo a valle della lavorazione le seguenti tipologie (tutte o parte) di rifiuti selezionati, conformi rispetto alle singole specifiche tecniche:

Il CSS può disporre dei materiali che seleziona?

Il CSS svolge la sua attività per conto di COREPLA, cui è contrattualmente legato. Tutti i materiali in uscita dall’impianto derivanti dalla selezione per polimero/colore (sia prodotti selezionati che scarti) sono di proprietà di COREPLA e il CSS non può quindi disporne.

Esiti Bandi CIT

Consulta l'archivio degli Esiti Bandi CIT

News