News

Una nuova opportunità per la Puglia arriva dalla gestione degli imballaggi in plastica.
È stato firmato a Bari mercoledì 28 marzo, infatti, un accordo tra Corepla, Regione Puglia e agenzia territoriale AGER che si propone di incentivare le buone pratiche legate alla raccolta differenziata degli imballaggi in plastica. 
 
L’accordo prevede una serie di interventi a supporto dei servizi gestiti dai Comuni pugliesi, per aumentare la quantità e la qualità dei rifiuti raccolti.
A tale scopo, i firmatari dell’accordo concerteranno nel corso dell’anno delle attività di sensibilizzazione rivolte alle scuole e ai cittadini.
 
Ma non solo. Corepla, Regione Puglia e AGER avviano un’importante iniziativa per contrastare la minaccia del marine litter, tanto più preoccupante in una Regione a forte vocazione turistica.
L’accordo, infatti, prevede anche il coinvolgimento dell’Autorità portuale, dell’Associazione Pescatori e dei Comuni pugliesi sedi di porti per analizzare e misurare le quantità e le tipologie dei rifiuti provenienti dalle imbarcazioni: una sistematica attività di analisi permetterà di valutarne l’effettiva riciclabilità. 
 
«Decolla la raccolta differenziata degli imballaggi in plastica nella Regione Puglia – commenta Antonello Ciotti, Presidente del Consorzio Corepla, a margine della conferenza stampa. A fronte di una raccolta nazionale in aumento dell’11%, la Regione Puglia vede una crescita del 25%. Sono numeri importanti, di cui siamo particolarmente orgogliosi e questo Accordo ci permetterà di migliorare ulteriormente le performance in quantità e qualità».
 
 
Nella foto: Antonello Ciotti - Presidente Corepla, Michele Emiliano - Presidente della Regione Puglia, Gianfranco Grandaliano - Commissario dell'agenzia per il servizio di gestione dei rifiuti AGER.

Archivio