News

Si è concluso il contest “cestini in cerca di autore” promosso da A2A, Amsa, Consorsi di riciclo e Comune di Milano: 133 diverse classi si sono sfidate nella personalizzazione creativa dei cestini per la raccolta differenziata utilizzando ogni tipo di tecnica artistica e materiali di riciclo.
 
Alla presenza della Vicesindaco Anna Scavuzzo, dell'Assessore all'Educazione e Istruzione Laura Galimberti, della Presidente Amsa Emilia Rio e di Yuri Coppi Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Milano quest'oggi sono state premiate le classi vincitrici per ogni ordine scolastico: la 2B dell’I.C.S. De Andreis Scuola Meleri (scuole primarie), la 2B dell’I.C.S. Cadorna Scuola Ricci (scuole secondarie di primo grado) e la 3D LSAM dell’I.I.S Torricelli (scuole secondarie di secondo grado).
 
Il contest è parte di #Ambienteascuola, il progetto di sensibilizzazione sulla corretta raccolta differenziata, partito nell’autunno del 2018 con il contributo dei consorzi Cial, Comieco, Corepla e Ricrea, che ha coinvolto circa 12.000 studenti.
 
 
3.000 contenitori per la raccolta differenziata di plastica e metallo, carta e cartone e indifferenziata sono stati consegnati alle 11 scuole primarie e secondarie di I e II grado coinvolte, distribuite in una trentina di plessi scolastici nei nove Municipi della città.
Si tratta di una nuova azione per migliorare ulteriormente la percentuale di raccolta differenziata che nel Comune di Milano ha raggiunto il 62%, un risultato che pone la città al vertice tra le metropoli europee.
 
Durante l’evento, condotto da Max Laudadio, sono stati presentati alcuni video didattici per sensibilizzare gli studenti su diverse tematiche ambientali, dall’economia circolare alla raccolta differenziata fino alle possibili soluzioni per affrontare il problema dei cambiamenti climatici.
 
Nell’ambito del progetto #Ambienteascuola sono stati previsti oltre 20 incontri formativi e informativi nelle scuole coinvolte, sia per il personale amministrativo, tecnico e ausiliario, per illustrare il funzionamento e promuovere le corrette prassi del conferimento, sia per i docenti, ai quali sono state presentate anche le ulteriori opportunità didattiche collegate.
 
La mattinata è stata anche l’occasione per presentare la seconda fase del progetto che partirà con il nuovo anno scolastico e prevede l’estensione di questo primo progetto a tutte le scuole secondarie di I grado statali della città.

Archivio