News

Il Premio San Bernardino per la pubblicità socialmente responsabile nasce nel 2003 a Massa Marittima, su iniziativa di Monsignor Giovanni Santucci, per celebrare la figura di San Bernardino da Siena, patrono dei pubblicitari e nativo della cittadina medievale arroccata sulle colline della Maremma. 
L'obiettivo fu da subito quello di generare una riflessione nel pubblico e negli addetti ai lavori sul tema della pubblicità socialmente responsabile.
Un evento unico nel suo genere in grado di stimolare confronti costruttivi, avvicinandosi al contempo per spirito e linguaggio alle giovani generazioni, i protagonisti del futuro e per questo degni di particolare attenzione.
 
Giunto alla sua XVI edizione, il Premio San Bernardino negli anni ha saputo incrementare la propria portata innovatrice, forte di una crescente rilevanza nel panorama nazionale. Una evoluzione che fa seguito alla sempre maggiore attenzione riservata a forme di etica e sostenibilità all’interno della comunicazione pubblicitaria e alle mille sfaccettature alla base di questo fenomeno. A tale proposito, i più recenti sviluppi dell’advertising vedono l’esponenziale crescita di spot e annunci a favore di messaggi socialmente responsabili: una tendenza che spazia nei più svariati campi, dall’ecologia ai problemi legati alla crisi economica e alle forme di emarginazione e disagio sociale. Sempre più realtà, anche esplicitamente commerciali e fisiologicamente lontane dal terzo settore o dalla CSR scelgono di comunicare attraverso forme di pubblicità etica. 
 
Questa mattina presso l'Aula Magna LUMSA (Borgo S. Angelo 13) si è tenuta la cerimonia di consegna del premio alle campagne vincitrici e al Giovane pubblicitario 2018. 
Corepla ha fatto parte della Giuria tecnica e ha assegnato un riconoscimento speciale alla giovane creativa Hasfa Islam, studentessa della 5°C del Liceo Argan di Roma.
Consultare qui il programma della mattinata.
Qui i link per visionare tutte le campagna finaliste, suddivise tra profit e non profit.

  

Archivio