News

In Campania continua a mancare una governance autorevole del ciclo integrato dei rifiuti e ancora non si procede alla realizzazione di impianti industriali di trattamento della frazione organica con compostaggio, digestione anaerobica e produzione di biometano.

Il risultato è che, in questo percorso lento e aggrovigliato, rallenta la raccolta differenziata da parte dei comuni: sono 247 i “ricicloni”, quelli cioè che nel 2018 hanno superato il 65% di raccolta differenziata, come previsto dalla legge, solo 9 in più rispetto all’anno precedente.

La raccolta differenziata, tuttavia,  non è che il primo passo propedeutico - ma non sufficiente - per superare i vecchi sistemi di smaltimento.

Per queste ragioni, Legambiente Campania da quest’anno ha deciso di premiare il contenimento della produzione di rifiuto secco indifferenziato. Sono Comuni Rifiuti Free di Legambiente quelli dove la raccolta differenziata funziona correttamente ma soprattutto dove ogni cittadino produce, al massimo, 75 Kg di secco residuo all’anno, ovvero di rifiuti indifferenziati avviati allo smaltimento.
I Comuni Rifiuti Free Campani sono 85, comunità che hanno messo in campo esperienze virtuose di prevenzione e riduzione dei rifiuti, adottando campagne di sensibilizzazione costanti e percorsi di educazione ambientale rivolte a tutta la popolazione.

Nel dettaglio della Campania che differenzia sono 1.440.118 i cittadini campani che conferiscono in maniera corretta i rifiuti nei 247 Comuni ricicloni che, nel 2018, hanno superato il limite di legge del 65% di raccolta differenziata.

Tra i capoluoghi di provincia solo Avellino con il 71% di raccolta differenziata supera la quota del 65%; segue Benevento con 63%; Salerno con 60%, Caserta con il 48%. Fanalino di coda la provincia di Napoli con il 35% di raccolta differenziata.

La palma per le migliori performance di Comuni ricicloni spetta alla provincia di Salerno in cui sono ben 91 le amministrazioni che hanno raggiunto il 65%; segue la provincia di Benevento con 59 Comuni e la provincia di Avellino con 44 amministrazioni. Chiudono la provincia di Caserta con 30 Comuni, e la provincia di Napoli con solo 23.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

--> Tutti i premiati e il dossier di Legambiente Campania qui.

Il premio speciale Corepla è stato assegnato al Comune di Vico Equense (NA) con le seuqnri motivazioni: Vico Equense nel 2018 ha raccolto quasi 33 kg di imballaggi in plastica per abitante, superando la media regionale (21 kg) e quella nazionale, che si attesta a 20. Il Comune, che vanta una forte vocazione turistica, è riuscito nel corso del tempo a crescere migliorando sia la quantità che la qualità del materiale raccolto grazie alla partecipazione dei cittadini e alla determinazione dell'amministrazione comunale che ha creduto fin dall'inizio a un sistema di raccolta porta a porta capillare.

Archivio