News

Dieci giorni dedicati al tema del ri-uso creativo attraverso laboratori, proiezioni, spettacoli e mostre

Roma: partirà il 5 aprile presso “La città dell’altra economia” (ex mattatoio Testaccio) la prima edizione di  “RIscARTI”, il festival internazione di arte e riciclo in cui le tematiche ambientali vengono affrontate attraverso lo strumento privilegiato dell’arte contemporanea.

A RiscARTI festival, l’estetica dello scarto è un modo propositivo di costruire il cambiamento, il riscatto. E allora, per chi preferisce una doccia veloce al mattino, una vasca da bagno risulta più pratica in un salotto, usata come poltrona. E una caffettiera spanata, con i dovuti accorgimenti, può diventare una perfetta abatjour da mettere sul proprio comodino. Non bisogna rifiutare la realtà, ma solo immaginare tutti i possibili usi di ciò che ci circonda. Solo così i materiali e l’energia contenuta nei rifiuti diventano degli oggetti preziosi in un mondo dalle risorse sempre più limitate.

S’inaugura venerdì 5 alle ore 19.00 con la presentazione della expo e delle collezioni internazionali (Darp Art e ReciclaMadrid), e con le performance dei “Prototipi di Scartus” (musiche con strumenti auto costruiti) e dei percussionisti “Bamboo”, che trasformano i rumori degli elettrodomestici a due velocità in suono, ed usano il righello come basso.

Se la quantità degli oggetti che gettiamo è talmente vasta che il “cosa farne” ci riempie di dubbi, dobbiamo seguire RIscArti e passare davanti all’opera “I Temp(l)i cambiano” di Michelangelo Pistoletto, nel piazzale esterno, per imparare che riciclare è un’arte!

Archivio