News

Oggi a Rimini, nell'ambito della 21a edizione di Ecomondo, i principali Consorzi Nazionali per il riciclo e il recupero degli imballaggi hanno devoluto un contributo di 5mila euro a favore dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII
Tale contributo deriva dall’attività di raccolta differenziata che ha avuto luogo durante KiSS Misano-Keep it Shiny and Sustainable, il programma di sostenibilità ambientale e sociale promosso per il secondo anno consecutivo da Misano World Circuit in occasione del Gran Premio Tribul Mastercard di San Marino e della Riviera di Rimini disputato a settembre sul tracciato romagnolo intitolato a Marco Simoncelli.
I Consorzi Nazionali CiAl (alluminio), Comieco (carta e cartone), Corepla (plastica), CoReVe (vetro), Ricrea (acciaio) sono stati partner istituzionali del programmma KiSS Misano.
L’iniziativa di raccolta fondi era 
collegata alla raccolta differenziata per stimolare spettatori e fans a differenziare correttamente i rifiuti.

La cifra donata andrà a supporto delle attività dell'Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, l'ente non profit fondato nel 1968 a Rimini da Don Oreste Benzi, impegnato nel contrasto all'emarginazione e alla povertà attraverso l'accoglienza e l'assistenza a persone e famiglie bisognose.
Hanno presenziato alla cerimonia 
Andrea Albani, Managing Director di Misano World Circuit, Giovanni B. Fallone, Infrastructure & EHS Director di Ducati in rappresentanza dei Team Supporter,  Luca Guzzabocca, General Manager di Right Hub (società B Corp specializzata in progetti di sostenibilità sociale e ambientale per grandi eventi sportivi, che progetta e coordina la realizzazione di KiSS Misano), e rappresentanti dei Consorzi Nazionali.
 
 
Stefano Vitali dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII ha dichiarato: «Ringraziamo davvero tutti di cuore. Il Circuito di Misano per averci scelto come partner sociale, Right Hub per il supporto fornito e la grande professionalità dimostrata. I Consorzi e i Team per il contributo concreto. Siamo orgogliosi del cammino fatto insieme che ha dato grandi risultati non solo dal punto di vista economico, ma anche per la visibilità garantita ai nostri progetti a favore delle categorie sociali più svantaggiate. Avere il coraggio oggi di parlare degli ultimi, dei più poveri, è un atto di grande responsabilità. A tutti coloro che si sono prodigati in questa avventura portiamo quindi idealmente l’abbraccio dei bambini che seguiamo ogni giorno in Italia ed in 40 paesi del mondo».
 
Andrea Albani, Managing Director di Misano World Circuit, ha dichiarato: «I risultati e l’esperienza maturata ci convincono sempre più che il Programma KiSS sia un modello da seguire per l'intero sistema motorsport. I valori che trasmette generano la cultura dell’attenzione al prossimo, all’ambiente che abbiamo intorno e a delle responsabilità precise. Grazie di cuore a tutti i partner che credono in questo programma, utile a noi tutti e soprattutto alle prossime generazioni»

 

Archivio