News

Presso la Galleria Commerciale "I Petali" di Reggio Emilia resterà visitabile fino al 19 maggio la nuovissima struttura itinerante “Casa Corepla”, aperta alle scuole primarie del territorio e a tutti i cittadini che frequentano il centro commerciale.

Si tratta di una nuova e più ricca esperienza didattica, che viene inaugurata a Reggio Emilia grazie alla stretta collaborazione con Iren e il Comune di Reggio, finalizzata alla divulgazione del ciclo completo che compie l'imballaggio in plastica (dalla prevenzione alla raccolta differenziata, dalla selezione al riciclo, per finire con gli oggetti che si producono con la plastica riciclata).

“Casa Corepla” riproduce l'interno di un appartamento, luogo famigliare per eccellenza in cui si compiono le fondamentali azioni che danno il via al riciclo degli imballaggi in plastica: il riconoscimento dei diversi imballaggi, la loro separazione e il conferimento al servizio di raccolta differenziata.

La struttura sarà ai “Petali” dal 6 al 19 maggio, dopodiché inizierà il suo tour nazionale.

“Reggio Emilia e la sua provincia – ha detto il Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne di COREPLA, Gianluca Bertazzoli – sono una realtà storica e positiva nella raccolta differenziata degli imballaggi in plastica, come dimostrano i dati 2012, anno in cui si sono raccolte complessivamente 6.000 tonnellate e raggiunti i 13,2 Kg/pro-capite, risultati ben al di sopra della media nazionale. Il problema che però si evidenzia sempre più è quello della qualità del materiale conferito, per cui questa iniziativa si inserisce in una più articolata strategia di supporto agli sforzi di Iren e del Comune per fornire ai cittadini un’informazione più precisa e completa, che comprende anche una campagna di spot “educational” su Telereggio e numerose presenze nei programmi giornalistici e di informazione della stessa emittente”.

L’Assessore allo Sport e all’Ambiente del Comune di Reggio Emilia Mauro Del Bue ha commentato: “L’Amministrazione comunale ha progettato, insieme ad Iren Emilia, un sistema di raccolta rifiuti flessibile e integrato chiamato “Modello Reggio”, strutturato nel rispetto del territorio e delle abitudini di vita dei cittadini e di leggi e obiettivi europei e italiani in questo settore. Con questo modello abbiamo raggiunto una percentuale di raccolta differenziata tra le più alte in Italia: dal 2000 al 2012 siamo infatti passati dal 33% al 59%.
Secondo i rilevamenti del Ministero dell'Ambiente, da alcuni anni Reggio Emilia è il primo tra i Comuni italiani sopra i 150.000 abitanti per raccolta differenziata. In particolare, per quanto riguarda la raccolta della plastica, dal 2005 al 2012 la raccolta è stata incrementata del 122%, arrivando a oltre 4.000 tonnellate. Un altro dato significativo è rappresentato dalle due fontane pubbliche, che in due anni hanno consentito di risparmiare 7.584.000 bottiglie di plastica".

Archivio