News

Piccoli “scienziati” crescono nelle scuole elementari e medie della Sicilia: a loro è affidato il compito di conoscere l’importanza del corretto conferimento dei rifiuti, salvaguardando così la salute dei nostri mari. 

Parte con questo obiettivo il progetto a doppia firma Corepla e Legambiente “Se butti male…finisce in mare”, rivolto alle scuole primarie e secondarie di I grado della regione Sicilia per prevenire il fenomeno dei rifiuti abbandonati in mare e sulle spiagge.

I ragazzi potranno cimentarsi in una vera e propria esperienza di citizen science attraverso un’attività di raccolta e catalogazione dei rifiuti trovati sulla spiaggia allo scopo di rendere i dati raccolti confrontabili con quelli di altre realtà. 

Le scuole interessate potranno aderire al progetto sul sito di Legambiente cliccando qui.

Una volta effettuata l’iscrizione, il docente riceverà via mail una copia digitale delle linee guida e del diario per i ragazzi, il materiale didattico necessario per affrontare - in modo semplice ma rigoroso - i temi della raccolta differenziata, del riciclo, dell’economia circolare e della salvaguardia degli ecosistemi marini.

Le linee guida saranno uno strumento prezioso per organizzare attività e laboratori con gli alunni, che parteciperanno a un’indagine scientifica sul Beach litter, ovvero un monitoraggio sulla quantità e la tipologia di rifiuti presenti in spiaggia. 

Oltre a tutte le classi che parteciperanno spontaneamente, altre 31 già individuate saranno supportate dagli educatori di Legambiente Sicilia in un percorso che si snoderà tra aule e spiagge, al termine del quale saranno presentati i risultati alla stampa.

Per ulteriori informazioni, scuola.formazione@legambiente.it 

www.legambientescuolaformazione.it

 
 

Archivio