Primo Piano

Ha preso il via sabato 6 luglio da Lignano Sabbiadoro (UD) il Jova Beach Tour, il grande evento dell’estate che vedrà l’artista Jovanotti girare l’Italia, da Nord a Sud, in 17 tappe che termineranno il 31 agosto prossimo a Viareggio (LU).
 
Una festa itinerante che si tiene sulle spiagge italiane e che raccoglierà più di 700mila spettatori, così definito dall’artista stesso: “Più di uno stadio, più di un palasport, più di un festival, molto più di un concerto. JOVA BEACH PARTY è una città temporanea, un villaggio sulla spiaggia, un nuovo format di concerto, un happening per il nuovo tempo. JOVA BEACH è IN SPIAGGIA. C’è il mare, la musica, la gente, la vita”.
 
Data la particolarità delle location scelte - 16 spiagge pubbliche e 1 località di montagna che in occasione dei concerti saranno affollate e allestite con un vero e proprio villaggio carovana nel quale stazioneranno numerosi partner e sponsor - l’organizzazione del tour ha coinvolto i Consorzi Nazionali COREPLA, RICREA e CIAL per garantire l’avvio al riciclo degli imballaggi in plastica, acciaio e alluminio, distribuiti e venduti nel corso delle 17 tappe.
 
Con il coordinamento della Cooperativa Erica, specializzata nell’organizzazione di servizi efficienti di raccolta differenziata durante grandi eventi (si deve a loro la loro gestione virtuosa dei rifiuti prodotti durante il Giro d’Italia), sono stati organizzati diversi servizi per garantire la raccolta e l’avvio a riciclo di bottigliette e altri imballaggi in plastica, lattine e bottiglie di alluminio, barattolame e chiusure in acciaio. Tutti imballaggi utilizzati vengono distribuiti dagli sponsor presenti, grandi brand del food e del beverage che, da diversi anni, rivolgono ai consumatori un importante messaggio ambientale legato al fine vita del prodotto.
 
“Lasceremo il segno senza lasciare segni” è il mantra degli organizzatori del Tour e dello stesso Jovanotti: sono difatti presenti numerosi punti riciclo e organizzati gruppi di "Beach Angels" volontari che, muniti di sacchi e zaini, invitano gli spettatori a conferire correttamente gli imballaggi usati. Allo stesso modo, a fine concerto, servizi straordinari di pulizia di ciascuna spiaggia coinvolta, con mezzi e uomini garantiscono il ripristino delle condizioni ottimali in breve tempo.
 
E sempre con la collaborazione dei tre Consorzi, verrà mostrato cosa si ottiene dal riciclo di plastica, acciaio e alluminio. 
Sia grazie ad una zona relax appositamente allestita con elementi di arredo riciclato, sia con una dimostrazione a fine tour che racconterà cosa si può realizzare con tutti gli imballaggi correttamente raccolti e differenziati durante i concerti.
La partnership con Jova Beach Tour dimostra che divertirsi non vuol dire dimenticarsi dell’ambiente: se ciascuno fa la propria parte, anche i grandi eventi possono essere un volano per la diffusione di buone pratiche e un esempio di sostenibilità ambientale.
 
Per tutte le info sulle tappe del tour consultare l'apposito sito.

Archivio

  • Ha preso il via sabato 6 luglio da Lignano Sabbiadoro (UD) il Jova Beach Tour, il grande evento dell’estate che vedrà l’artista Jovanotti girare l...
  • L’assemblea ordinaria di Corepla, tenutasi a Milano il 14 maggio, ha approvato il bilancio dell’esercizio 2018 e la nuova edizione del Rapporto di Sostenibilit...
  • Una chiamata di idee rivolta a Ricercatrici e Ricercatori dell’Università, ai Centri di Ricerca, alle start up, alle aziende, alle PMI e privati attraverso l’...