News

In Italia aumentano i Comuni Rifiuti free, l’eccellenza nell’eccellenza: sono ben 525 - contro i 356 dello scorso anno - le realtà che superano il 65% di raccolta differenziata e producono meno di 75 kg annui per abitante di rifiuto secco indifferenziato. Questi Comuni, oltre ad essere ricicloni, hanno deciso di puntare sulla riduzione del residuo non riciclabile da avviare a smaltimento.
Risultati ottenuti con ricette diverse ma con un denominatore comune: la responsabilizzazione dei Cittadini attraverso una raccolta domiciliare, una comunicazione efficace e con politiche anche tariffarie che premiano il cittadino virtuoso. Non è un caso che dei 525 Comuni Rifiuti free, 255 abbiano un sistema di tariffazione puntuale e 136 uno normalizzato.
A livello geografico, il Nord Italia è al top con i suoi 413 Comuni Rifiuti free, pari al 79% del totale. Segue il Sud con 87 Municipi (pari al 17% del totale) e il Centro con 25 (pari al 5%). Le Regioni che superano la media nazionale del 7% di Rifiuti free rispetto al totale sono invece: il Veneto (con il 35% di Comuni Rifiuti free), il Friuli-Venezia Giulia (29%), il Trentino-Alto Adige (17%) e la Campania (9%). Mancano all’appello solo Valle d’Aosta, Umbria, Puglia e Sicilia dove non ci sono Comuni con alta percentuale di differenziata e bassa produzione di rifiuto secco residuo. 
Ma per un’Italia Rifiuti free e per far vincere l’economia circolare, secondo Legambiente serve ora l’ultimo sprint finale per far diventare queste buone pratiche uno standard su tutto il territorio nazionale a partire dalla diffusione su larga scala di un sistema di tariffazione puntuale.
 
È quanto emerge dal rapporto Comuni Ricicloni 2016 di Legambiente presentato oggi a Roma, nell’ambito della tre giorni del Forum Rifiuti realizzato con Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club, durante il quale sono stati premiati i Comuni Rifiuti free
Alla presentazione di Comuni Ricicloni 2016 hanno partecipato Rossella Muroni presidente di Legambiente, Massimo Caleo, Vicepresidente Commissione Ambiente Senato della Repubblica, Salvatore Micillo, Commissione Ambiente Camera dei Deputati, Serena Pellegrino, Vicepresidente della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati e Silvia Velo, sottosegretario Ministero Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.
 
“I risultati emersi in questa nuova edizione del nostro rapporto - dichiara Rossella Muroni, presidente nazionale di Legambiente - sono assolutamente incoraggianti. Quella dei Comuni Ricicloni e soprattutto dei quelli Rifiuti free è una rivoluzione e una riforma anti-spreco che fa bene al Paese, perché dimostra che l’economia circolare è già in parte in atto e che un’Italia libera dai rifiuti è un sogno realizzabile. Abbiamo Comuni virtuosi nella raccolta differenziata ed eccellenze che hanno quasi annullato la necessità di smaltimento di quasi tutti i rifiuti normalmente prodotti. Ora la vera scommessa è di far diventare nei prossimi 3 anni tutta l’Italia Rifiuti free, traghettando i tanti Comuni Ricicloni verso la nuova sfida della riduzione del secco residuo da avviare in impianti di incenerimento e in discarica, per accompagnarli verso la rottamazione di questo sistema impiantistico che ha caratterizzato gli anni '90 e 2000. Per realizzare ciò, oltre all’impegno delle Amministrazioni e dei Cittadini, è però importante che anche la politica faccia la sua parte attraverso l’introduzione di un sistema di tariffazione puntuale su larga scala, dicendo stop ai nuovi inceneritori e avviando una graduale dismissione a partire dagli impianti più obsoleti. Ed ancora replicando le buone pratiche su tutto il territorio e definendo un nuovo sistema di incentivi e disincentivi per far in modo che la prevenzione e il riciclo siano sempre più convenienti”.
 
Venendo più specificamente alle motivazioni dei premi consegnati da Corepla (vedi foto a destra: trofei stampati in 3D a partire da plastica riciclata), i tre vincitori e le relative motivazioni sono i seguenti:
 
Comune di Formello (RM)
Motivazione: “Nella Regione Lazio, che da qualche anno ha iniziato un progressivo incremento della raccolta differenziata, viene premiato il Comune di Formello, un Comune di circa 12.000 abitanti in provincia di Roma. I risultati positivi di raccolta sono stati ottenuti grazie all’impegno del Comune e dei Cittadini, ma anche all’introduzione del codice a barre personalizzato sui conferimenti. Questo permetterà di monitorare i conferimenti, premiare i Cittadini virtuosi e sanzionare quelli meno attenti alle raccolte differenziate ed alla loro qualità. La qualità della raccolta degli imballaggi in plastica, verificata da Corepla presso l’impianto di selezione, ha fatto registrare valori contenuti di frazione estranea. Il valore di raccolta procapite si è attestato a circa 22 kg per abitante, nettamente superiore al procapite regionale di 13 kg”.
 
Comune di Taurianova (RC)
Motivazione:  “Nella Regione Calabria, che ha fatto registrare lo scorso anno un incremento del 50%  viene premiato il Comune di Taurianova, un Comune di oltre 15.000 abitanti in Provincia di Reggio Calabria. Il Comune si è fortemente impegnato nel promuovere la raccolta differenziata coinvolgendo la cittadinanza con interventi mirati di sensibilizzazione degli utenti. Il servizio, svolto con il sistema porta a porta, ha fatto registrare non solo quantità significative, ma anche una qualità  eccellente rilevata sul materiale conferito direttamente all’impianto di selezione Corepla. Il valore di raccolta procapite si è attestato a circa 23 kg per abitante, nettamente superiore al procapite regionale di ca. 8 kg. Questa è la dimostrazione che quando il servizio viene garantito i Cittadini rispondo sempre anche in quelle Regioni in cui le raccolte differenziate stentano a decollare”.
 
Menzione speciale
ITES Olivetti di Lecce
Motivazione: “L’Istituto ha sviluppato progetti di sensibilizzazione sull’ambiente coinvolgendo non solo gli studenti ed il corpo docente, ma anche i Cittadini del quartiere. Il Dirigente Scolastico ha saputo condurre l’Istituto in iniziative che vedono la scuola inserita in un contesto sociale più ampio e con una particolare attenzione alle situazioni di disagio. Grazie anche a queste attività d’Istituto, la classe 5C SIA è risultata la vincitrice, nella categoria scuole superiori, della prima edizione del Corepla School Contest, un progetto didattico promosso da Corepla, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e del MIUR delle Regioni Lazio, Liguria e Puglia, rivolto a sensibilizzare i giovani sul tema della raccolta differenziata e sul riciclo degli imballaggi in plastica”.
 
 
Comuni Ricicloni 2016 è stato realizzato da Legambiente con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare in collaborazione con ANCI, Conai, Utilitalia, Fise Assoambiente, CiAl, Comieco, CoRePla, CoReVe, Ricrea Rilegno, Centro di Coordinamento RAEE, Consorzio Italiano Compostatori e Assobioplastiche.

Archivio