News

Un nuovo stabilimento sorgerà dal recupero dell'ex insediamento di ceramica Fincuoghi a Bedonia, sull'Appennino Parmense.
Si tratta di un'area industriale chiusa 
dal 2008, che sarà riaperta dopo l'estate in seguito ad un intervento di bonifica dall'amianto che ha interessato una superficie di 12 mila metri quadrati. L'insediamento tratterà la lavorazione degli imballaggi in plastica, sarà a zero emissioni e darà lavoro a cinquanta persone, compresi numerosi dipendenti dell'azienda preesistente.
Il progetto è stato presentato ieri a Bedonia alla presenza dell'Assessore regionale alle Politiche ambientali e della Montagna, Paola Gazzolo. "Oggi è una giornata speciale - ha detto l'Assessore - che premia la determinazione delle istituzioni, dei lavoratori e del mondo imprenditoriale. L'avvio di una nuova impresa a zero emissioni e impegnata nel campo del recupero è la sintesi perfetta della strategia regionale sulla montagna e sull'economia circolare, in cui crediamo fortemente".
L'investimento è stato realizzato dall'impresa locale Oppimitti Srl, attiva nel trattamento rifiuti, che con il nuovo impianto lavorerà imballaggi in plastica, selezionandoli in modo automatico per polimero e per colore, al fine di avviarli a riciclo.
Il 
materiale ottenuto potrà essere utilizzato per produrre felpe, coperte, arredo urbano e accessori di arredamento per interni.
Lo stabilimento farà parte degli impianti del circuito Corepla.
Soddisfazione del Sindaco di Bedonia, Carlo Berni: "Per l'Alta valle del Taro oggi è un momento di festa - ha rilevato - perché è sempre più difficile avviare una nuova attività imprenditoriale, a maggior ragione in montagna. E' una grande vittoria per la nostra gente: abbiamo sempre creduto di farcela e ce l'abbiamo fatta grazie ad un proficuo lavoro di squadra".
"Lo abbiamo detto e lo ribadiamo: la Regione vuole puntare sul rilancio della nostra montagna - ha concluso Gazzolo - Per mantenere le comunità sul territorio e far crescere l'Appennino occorre creare occupazione e puntare sull'economia verde. L'esempio di Bedonia va proprio in questa direzione".
Nella foto a destra, l'Assessore Gazzolo con una felpa realizzata per il 100% con filato derivante dal riciclo di bottiglie in PET del circuito raccolta differenziata italiana.

Archivio