News

Archiviata con successo l'edizione 2014 di Can You RePET? Il teatro a emissioni zero.
Un mese e mezzo intenso, per l'iniziativa teatrale/ambientale ideata e organizzata da Straligut Teatro, con il contributo dei Consorzi nazionali del riciclo di imballaggi Corepla e Ricrea. Il bilancio, sicuramente positivo, parla di una dozzina di appuntamenti di spettacolo tra pomeridiane e scolastiche, che hanno coinvolto complessivamente 1.018 spettatori, animando il Teatro del Costone di Siena, il Supercinema di Monteroni d'Arbia, il Museo del Bosco e il Circolo Arci di Sovicille, il Teatro dei Risorti di Buonconvento, grazie ad alcune tra le più interessanti compagnie italiane di teatro ragazzi (i premi Eolo Thalassia e Riserva Canini e poi Gli Omini, Teatro di Carta, laLut).

A questi si sono aggiunte le quasi 200 ore di laboratorio effettuate - in collaborazione con Sienambiente e Legambiente Siena - nelle scuole primarie dei cinque comuni partner del progetto (Monteroni d'Arbia, Sovicille, Siena, Buonconvento, Murlo), i cui 1.300 alunni hanno dato vita ad una singolare gara ecologica di raccolta differenziata di PET e acciaio.

“Raccolta  - come ci ha tenuto a spiegare Carmen Sessa, vicepresidente di Legambiente Siena - che non si ferma con la conclusione dell'iniziativa, ma che anzi, per quanto concerne i tappi corona e i coperchi di acciaio, è destinata a continuare in tutte le scuole coinvolte. Il materiale recuperato, infatti, sarà riutilizzato o per meglio dire, 'riciclato', per ricavarne simpatici giochi”.
Ed è proprio l'azione di avvio al riciclo effettuata da spettatori, che “pagavano” i biglietti con bottiglie e tappi, ed alunni insieme che ha permesso a Can You RePET? di compensare il 61% dei consumi energetici e delle emissioni di CO2 prodotte, riducendo di oltre la metà l'impatto ambientale della rassegna (spostamenti del pubblico inclusi, che da soli rappresentano il 70% della CO2 complessivamente prodotta). Un risultato di non poco conto se consideriamo che la parte performativa di Can You RePET?  ha coinvolto cinque teatri (con livelli di efficienza energetica anche molto diversi fra loro) e un migliaio di persone.
Complessivamente, sono stati raccolti 666 chili di imballaggi in PET ed acciaio, equivalenti a 1.179 kg di CO2 compensata.
Da evidenziare, in particolare, l'impegno degli studenti delle scuole primarie, che da soli hanno compensato il 57% del totale, raccogliendo 18.500 bottiglie e 2.100 tappi.

 

Archivio