Controlli di qualità sulla filiera

Controlli di qualità sulla filiera

I controlli per garantire trasparenza, buone pratiche e alti livelli qualitativi.

Al fine di promuovere buone pratiche e garantire alti livelli qualitativi, Corepla effettua periodicamente su tutta filiera attività di audit e controllo di tipo tecnico, amministrativo e autorizzativo. 

Il Consorzio, infatti, non svolge direttamente le varie operazioni che consentono il recupero degli imballaggi in plastica, ma si avvale di aziende accuratamente selezionate secondo criteri volti a valutarne:

  • l’affidabilità dal punto di vista tecnico-gestionale;
  • i requisiti autorizzativi;
  • il rispetto delle fondamentali norme in materia di tutela ambientale e della salute e sicurezza dei lavoratori.
 
Le tipologie di Audit

Tutti gli impianti che svolgono attività per conto di Corepla vengono sottoposti ad un audit di accreditamento. Solo se questa verifica iniziale si conclude con esito positivo – ossia se l’azienda dimostra di avere tutte le carte in regola - si stipula un contratto che la impegna, tra l’atro, a lavorare nel rispetto di specifiche indicazioni fornite dal Consorzio.

Successivamente, le attività svolte vengono monitorate attraverso audit di tipo autorizzativo, tecnico e amministrativo per verificare che gli impianti mantengano i requisiti richiesti e si attengano agli obblighi contrattuali.

Le risultanze di queste operazioni di controllo vengono poi esaminate dalle aree operative competenti di Corepla, in modo da richiedere la risoluzione delle eventuali criticità riscontrate e ridefinire i requisiti e gli aspetti contrattuali laddove necessario.

Particolare attenzione viene posta alla tracciabilità dei flussi di materiale lavorati per conto del Consorzio. Ciò attraverso audit per accertare che gli impianti di riciclo siano in grado di garantire la tracciabilità dei flussi Corepla e che il materiale ricevuto venga effettivamente immesso nel processo di riciclo.

Oltre alle verifiche sugli impianti, vengono eseguiti numerosi controlli sull’operato delle società incaricate di analizzare la qualità della raccolta differenziata e dei flussi di materiale risultanti dalle attività di selezione.

Il Consorzio affida le attività di audit a società terze con consolidata esperienza nel settore e in possesso di idonee certificazioni.

Audit e controlli svolti nel 2021
Raccolta
  • Audit di parte seconda per la verifica del rispetto di procedure di analisi sulla raccolta;
  • audit di parte seconda per la verifica dell’operato delle Società di analisi.
1.257

Selezione

  • Audit per accreditamento CSS;
  • audit CSS per verifica conformità autorizzativa ed impiantistica e verifica dei flussi di plastiche extra COREPLA*;
  • audit CSS su prevenzione incendi.
34

Riciclo

  • Visite di controllo presso riciclatori con contributo (incluse PIA, PEPS e PIFU)*;
  • monitoraggio impianti di riciclo*;
  • monitoraggio/accreditamenti impianti di riciclo secondo standard EucertPlast;
  • audit amministrativi presso i riciclatori con contributo;
  • audit di qualifica riciclatori per accreditamento;
  • attività di qualifica documentale.
219

Recupero energetico

  • Visite di controllo presso i preparatori di combustibile solido secondario*;
  • audit di qualifica/monitoraggio presso i preparatori di combustibile solido secondario**;
  • attività di qualifica documentale.
51

(*) sono inclusi gli audit multiattività

(**) numero riferito alle sole qualifiche; nel 2020 i monitoraggi sono stati accorpati alle visite di controllo

Per approfondire