News

Giovedì 22 alle ore 10.30 in diretta streaming su questa pagina conosceremo i risultati del progetto ROARR Risparmia, ricicla, ruggisci, al quale hanno preso parte oltre 6.400 alunni di 256 classi di scuole primarie di Marche, Toscana e Umbria che, insieme, hanno dato vita ad una gara ecologica basata su una caccia al tesoro fotografica di eco-azioni a tema ambientale, che ogni classe ha collezionato sul proprio album digitale sul sito www.roarr.it.

Le “eco-figurine” sono fotografie di buone pratiche di risparmio energetico, raccolta differenziata e riciclo, sana alimentazione, mobilità sostenibile scattate dai bambini e dalle loro famiglie e “incollate” negli album, uno per ognuna delle classi partecipanti, presenti sul sito del progetto. Una risposta davvero formidabile che ha conquistato anche le famiglie, anch'esse coinvolte nella competizione e che è riuscita a superare le difficoltà del periodo, delle scuole in zona rossa e dei bambini in DAD.

Un grande successo testimoniato da più di 10.000 fotografie caricate, 15.800 sessioni sul sito, più di 5.000 utenti e più di 200.000 visualizzazioni.

Proprio per questo grande impegno ed entusiasmo, in un anno così complesso e difficile per il mondo della scuola, è stato deciso che tutte le 256 classi riceveranno un riconoscimento, consistente nella visione dell’opera interattiva e multimediale OZz della compagnia Kanterstrasse.

“Siamo felici di sostenere un’iniziativa come Roarr! Risparmia, ricicla…ruggisci! – commentano Valentina Meschiari e Roccandrea Iascone responsabili comunicazione rispettivamente di COREPLA e RICREA - Gli ottimi risultati e la grande partecipazione a questo progetto sono per noi una prova ulteriore della particolare sensibilità dei giovanissimi riguardo ai temi legati all’ambiente. Informarli è vitale: il loro entusiasmo e la loro proattività possono essere contagiosi, e sicuramente hanno il potere di consolidare, se non addirittura di innescare in famiglia e fra gli amici l’abitudine a comportamenti virtuosi, come la corretta raccolta differenziata degli imballaggi in plastica e acciaio”.

Archivio